a nigth with the nerd

questa notte il nerdo sarà in veglia pre-adventure all’aeroporto di roma, sezione voli internazionali. potrà quindi nuovamente apprezzare la comodità delle poltroncine anti-barbonaggio e proseguire il assurdo volo fresco come una roscia, con scalo cagliari – roma – amsterdam – los angeles – san francisco, dove resterà fino al 10 aprile.

stanco, sporco, affamato, assetato, assatanato: ecco le fasi della metamorfosi del vostro bruco preferito, che arriverà in stadio ancora larvale a destinasione. no drble, quando parlo del tuo bruco preferito non mi riferisco al tuo pisello.

ora stacco e chiudo, devo ancora preparare LO ZAINO e sapete tutti quanto tempo mi prende, anche in considerazione del fatto che fra 1 ora mi catapulto all’aeroporco.

ad attendermi a san francisco questo simpatico amico, conosciuto in occasione di un brutale concerto punk in sardegna, esattamente un anno fa: quando gli ho chiesto hospitality pensava che scherzassi: bene, sto per fargli capire che in italia siamo gente di parola.

ieri notte sono andato a dormire alla una ei em, causa studio intensivo per concorso al comune. stamane mi sono svegliato alle ore 6, per stessa causa. appena conclusa la prova scritta, con insperati colpi di fortuna, alleanze insospettabili e pubblici riconoscimenti (la commissione: “ah, ma lei è P*** Z***, il contestatore nato!” e ancora da un partecipante: “ah, ma lei è il dott.  Z***, io ho studiato sui suoi materiali!“).

ora vi lascio, buona camicia a tutti,

nerd, nitro.