Abolizione dei dottorati senza borsa casso!

In Italia sembre che finlamente gli universitari si siano incazzati per le assurde riforme di quell’inetta-fantoccio della Gelmini.

Da La Repubblica: “I tagli all’università colpiscono anche i dottorandi e frequentare un dottorato di ricerca “con borsa” sta diventando, anno dopo anno, sempre più difficile: lo denuncia l’Adi (Associazione Dottorandi e Dottori di Ricerca Italiani) presentando in conferenza stampa al Senato i dati sul numero delle borse di dottorato erogate negli ultimi tre anni che registrano un taglio netto del 30,24%. E nel ddl Gelmini nemmeno la principale proposta di emendamento dell’Adi, quella sull’abolizione della figura del dottorando senza borsa, è riuscita a trovare spazio: anzi, il testo uscito dalla Commissione Cultura della Camera apre di fatto alla possibilità di istituire scuole di dottorato del tutto prive di borse di studio.”

Come distruggere l’Univerista’ Pubblica (gia’ a pezzi), come relegare ad un’elite danarosa il potere intellettuale (un tentativo non di successo assicurato) , come regredire definitivamente a prima del ’68 (ancora un grazie alla generazione “rivoluzionaria” che ora affossa la nazione).

I dottorandi senza borsa non dovrebbero esistere e sono dei cani coloro i quali si fanno schiavizzare in questo modo (per non parlare di chi vince a calci in culo e non per merito).

FUCK YOU