Tempo di religioni

Dopo il matrimonio cattolico di Dj e Nitronerd anche io ho pensato di avvicinarmi a qualche per non essere da meno. Ho selezionato la più violenta, quella ebraica, e probabilmente la più ostile al nuovo credo che va di moda in sardegna.

Domani partiremo per Tel Aviv, e il divertimento sarà assicurato dalla situazione sempre più tesa:

http://www.repubblica.it/esteri/2011/06/05/news/israele_siria-17234822/?ref=HREC1-9

Per rendere tutto più avvincente parteciperemo a un matrimonio (religioso) che si terrà lo stessio giorno e nello stesso luogo in cui è stato organizzato il Gay Pride di Tela Aviv.

E se questo non bastasse ci dirigeremo anche in Giordania, dove passeremo in confine da Eilat, località non nuova a lanci di missili palestinesi.

Al mio ritorno, se ci sarà, saprò dirvi se mi sono convertito. Amen