Tags

Related Posts

Share This

Ingollandone MERDA

Ieri ho sostenuto il colloquio finale presso la Camera di XXX di YYY per un posto da comunicatore in un progetto europeo

Ecco i dati salienti.

  • Candidati (me incluso) ammmessi al colloquio finale: 2
  • Durata del mio colloquio: nemmeno 5 minuti
  • Lingua del colloquio (progetto internazionale, requisito obbligatorio ottimo inglese): italiano

Domande (requisiti ottima conoscenza normativa in materia di ZZZ, programma e progetto strategico, esperienza senior in comunicazione):

  1. sono piu’ formali i giapponesi o i coreani?
  2. ma lei odia i giornalisti?
  3. qual’e’ la sua attuale occupazione?
  4. realizzerebbe un sito biligue nell’ambito di un progetto internazionale?

E ora la domanda finale:

  • DOMANDA: ha esperienza in progetti di comunicazione finanziati da fondi europei
  • RISPOSTA: si, bla bla bla
  • DOMANDA 2: e con paesi che si affacciano sul mediterraneo?
  • RISPOSTA 2: si, oltre che con l’Italia anche con Francia e Spagna.
  • DOMANDA 3: capisco… e con la sponda sud?
  • RISPOSTA 3: attualmente i beneficiari diretti sono stati paesi della sponda settentrionale, ma…
  • TRAGICO EPILOGO: grazie puo’ andare.

Io ho cercato di infilare dentro le esperienze sensate mentre sfogliavano distrattamente il mio curriculum, ma hanno tagliato corto e mi hanno mandato via.

non sono stati forniti punteggi per le prove sostenute e la valutazione dei titoli.

SECONDO VOI HO PASSATO LA SELEZIONE?

magari mi avevano gia’ “scelto” sulla base dei titoli e non avevano bisogno di conferme…

MA CHE CAZZO DI DOMANDE SONO?

 

No tags for this post.