Tags

Related Posts

Share This

Forza ItaGlia – essi

Silvio, esempio di liberalitá italica, anticomunismo, difensore della Patria e della Famiglia, difensore dei piú piccoli, Babbo Natale nel 2013, che a tuti Noi ha insegnato cosa davvero significhi Libertá, ha detto:

Allora, mercoledi 27  ci sará il voto del Senato per il presidente del centrodestra. Dopo un periodo di 20 anni di tentativi, che non erano andati in porto …come si chiama questa operazione? Colpo di Stato

Segue applauso scrosciante, Silvio Silvio Silvio!! Grande discorso!

Il Senato comunista vorrebbe la decadenza del Grande Leader. Tutti in piazza per manifestare democraticamente la fine di questo regime repubblicano!!

Tutti in piazza senza timore! I comunisti verranno pestati a dovere dalle Forze dell’Ordine, ‘sti schifosi che ci voglioni azzittire.

Sul palco Annagrazia Calabria

191113020-ffbc64ca-9074-4467-b7ba-9838b57fb400

 

 

 

 

 

 

 

Casso non riesco piú, non ho piú la verve di un tempo che mi permetteva di prendere per il culo ‘sta gente, vista la bile che   mi esce dagli occhi (dannato rosso invidioso!).

Di questa nuova cortigiana (ma che diginitá puó mai avere ‘sta tizia, visti i precedenti/rapporti di Berlusclown con il sesso e le donne?) avevo giá scritto sul forum: é la deficiente presidente o roba del genere del tipo “coooordiatore nazionale ” delle gIOVANE iTALIA.

Figlia di industriali, laureata alla Luiss, a 19 anni candidata con Tajani (si, lo stesso dominus del giovane consigliere della regione Lazio, quello delle feste a spese dei contribuenti, con un CV che mette in risalto la sua esperienza all’estero ovvero il fatto d’esser stato studente Erasmus) non eletta (visto che si dovevano incassare preferenze); candidata poi alle politiche  del 2008 nella lista del PDL a 26 anni diviene deputata subentrando ad Alemanno eletto sindaco di Roma ( ovvero eletta da Berlusclown – chi cazzo l’avrebbe mai votata? ).

Era per lei necessario prostituirsi? O forse é nel DNA di certa borghesia qui nel bEL paese, o forse la giovane é bella quanto inutile.

La Giovane Italia – quella vera – preparava gli italiani all’insurrezione, alla guerra per bande e alla liberazione dell’Italia, una, indipendente, libera e repubblicana. Confusione, tanta confusione.

Almeno “L’Esercito di Silvio” ha un nome adatto: una milizia di imbecilli di (centro) destra.

Se gli concedessero la grazia dovremmo tutti andare a fare “festa” in piazza. Una festa vera.

 

 

 

No tags for this post.