Forza ItaGlia – essi...

Silvio, esempio di liberalitá italica, anticomunismo, difensore della Patria e della Famiglia, difensore dei piú piccoli, Babbo Natale nel 2013, che a tuti Noi ha insegnato cosa davvero significhi Libertá, ha detto: “Allora, mercoledi 27  ci sará il voto del Senato per il presidente del centrodestra. Dopo un periodo di 20 anni di tentativi, che non erano andati in porto …come si chiama questa operazione? Colpo di Stato” Segue applauso scrosciante, Silvio Silvio Silvio!! Grande discorso! Il Senato comunista vorrebbe la decadenza del Grande Leader. Tutti in piazza per manifestare democraticamente la fine di questo regime repubblicano!! Tutti in piazza senza timore! I comunisti verranno pestati a dovere dalle Forze dell’Ordine, ‘sti schifosi che ci voglioni azzittire. Sul palco Annagrazia Calabria…               Casso non riesco piú, non ho piú la verve di un tempo che mi permetteva di prendere per il culo ‘sta gente, vista la bile che   mi esce dagli occhi (dannato rosso invidioso!). Di questa nuova cortigiana (ma che diginitá puó mai avere ‘sta tizia, visti i precedenti/rapporti di Berlusclown con il sesso e le donne?) avevo giá scritto sul forum: é la deficiente presidente o roba del genere del tipo “coooordiatore nazionale ” delle gIOVANE iTALIA. Figlia di industriali, laureata alla Luiss, a 19 anni candidata con Tajani (si, lo stesso dominus del giovane consigliere della regione Lazio, quello delle feste a spese dei contribuenti, con un CV che mette in risalto la sua esperienza all’estero ovvero il fatto d’esser stato studente Erasmus) non eletta (visto che si dovevano incassare preferenze); candidata poi alle politiche  del 2008 nella lista del PDL a 26 anni diviene deputata subentrando ad Alemanno eletto sindaco di Roma ( ovvero eletta da Berlusclown – chi cazzo l’avrebbe mai votata? )....

Sinistra ECOLOGIA e Libertá...

Tags: Ipocrisia, itaglia, Merdageddon, revolution, Ribellione,...

Copio/incollo

Da L’Espresso di oggi: “Portaborse: la grillina Barbara Lezzi assume la figlia del fidanzato. Per i posti erano arrivati i curricula di 20mila candidati che speravano in una selezione sul merito. Ma la senatrice del Movimento 5 Stelle si auto assolve: “Molti di noi hanno scelto amici o attivisti con legami pregressi” “Come ha fatto la Lezzi a inciampare nella classica raccomandazione da onorevole da Prima Repubblica? Un errore blu, soprattutto per i Cinque Stelle: nel documento firmato da tutti i candidati alle elezioni politiche 2013, infatti, al punto 8 ogni candidato si «impegna a utilizzare sempre un criterio meritocratico nella selezione di qualsiasi posizione o incarico di competenza mia o del futuro gruppo parlamentare, utilizzando dove possibile un bando pubblico che preveda la massima trasparenza sui nomi e sui curriculum dei candidati e dei criteri di scelta adottati. Mi impegno inoltre a non selezionare o far selezionare per tali posizioni i miei parenti e affini fino al quarto grado (…).  In barba a un altro annuncio postato lo scorso 9 marzo sul blog di Grillo e firmato dall’allora capogruppo alla Camera Roberta Lombardi, in cui si chiedeva agli italiani di inviare il proprio curriculum perché il movimento cercava «persone pulite, trasparenti e oneste, competenti e volenterose. Un Parlamento pulito passa prima di tutto dall’assunzione degli assistenti e di coloro che lavoreranno con i gruppi. Sceglieremo» questa la promessa solenne «i migliori tra i curricola che riceveremo». La Lezzi, invece, spiega di aver assunto la figlia del fidanzato, comunque laureata alla Luiss, «per estrema fiducia, cosa che tra di noi è stato un elemento fondante per scegliere il collaboratore personale, per tutti. Perché molti di noi hanno scelto degli amici o degli attivisti, quindi con legami pregressi…queste persone ci leggono le e-mail, ci fanno...

Ho qualche problema (h)a ca(r)pire...

Leggo un articolo sul Corriere della Sera on-line: Titolo: “Ecologista italiano nel carcere russo, perché non dobbiamo dimenticarlo. Cristian D’Alessandro è stato arrestato dopo un blitz di Greenpeace su una piattaforma Gazprom nell’Artico” Estratto 1, incipit : “Cristian è il giovane napoletano rinchiuso nel carcere di Murmansk, in Russia. Assieme ad altri 30 attivisti di Greenpeace provenienti da diversi Paesi ha tentato di scalare una piattaforma petrolifera nel mare di Barents appartenente al colosso energetico russo Gazprom. Arrestati, sono stati accusati di pirateria: la pena prevista arriva fino a 15 anni di detenzione”. Estratto 2, conclusione: “MANIFESTAZIONE PACIFICA – Invece Cristian è stato arrestato per aver preso parte a una manifestazione di protesta pacifica, esercitando quello che è un diritto elementare riconosciuto in ogni Paese civile. Ed è adesso nelle mani di un regime autoritario dove la magistratura è docile strumento delle autorità e commina sentenze a seconda del capriccio dei governanti”. L’ appello per salvargli il culo si intitola “colpevole di pacifismo“. A questo punto sono confuso. Viviamo in un paese (l’ItaGlia) dove é terrorismo anche sputare in terra se si é di fronte ad un cantiere TAV (distruzione del paesaggio italiano, inquinamento del suolo, spesa inutile della Repubblica etc.). Mentre assaltare con un gommone una piattaforma petrolifera é protesta pacifica. Gli studenti in ItaGlia vengono pestati ad ogni manifestazione, ma l’appello da firmare é per un tizio che sapeva benissimo a cosa sarebbe potuto andare incontro (i metodi di Greenpeace sono noti a tutti, soprattutto penso e spero agli attivisti). Domanda: Cristian, casso, non sapeva che le sue azioni avrebbero avuto delle conseguenze? Pensava davvero di scalare una piattaforma russa, fare qualcosa su detta piattaforma (pisciare in mare?) per poi fuggire via col gommone verso nuove avventure? Sapeva o no che vuol...

GIAP è morto

Ha combattuto assieme ad Ho Chi Min contro occupanti giapponesi, francesi ed americani vincendo. Ha spodestato Pol Pot in Cambogia e posto fine al regime Khmer Rosso.   Tags: Exporting Democracy,...

Di nuovo tra voi

Tovarich, download your Biruni desktop – kindly offered by Octopuskiller and CCCP   No tags for this...

sharkax

Tags: Movies,...

Colpo di stato del pregiudicato?...

Corriere della Sera: “Berlusclown: riforma giustizia o si vota. Pdl: chiederemo la grazia al Colle”. Berlusclown: «Subito elezioni per vincerle». Alfano: «Pronti a dimissioni». Il Fatto Quotidiano: “Il pregiudicato: “Riforma della giustizia o voto”. Il partito a Napolitano: “Clemenza o ci dimettiamotutti”. Letta: “Il governo deve continuare”. Notificato dai carabinieri il decreto di esecuzione pena” La Repubblica: “I parlamentari Pdl riuniti a Montecitorio, dopo la sentenza della Cassazione, decidono di rimettere il loro mandato nelle mani dei capigruppo. Alfano: “Anche i ministri pronti a dimettersi”. Brunetta e Schifani annunciano l’intenzione di chiedere a Napolitano la grazia per l’ex premier, “il ripistino dello stato di democrazia”. Il Cavaliere, applaudito a lungo al suo ingresso: “Serve riforma della giustizia, al più presto al voto”. L’Unitá (Fondato da A. Gramsci che non era un moderato idiotico del PD) Epifani a Berlusconi: «Il Pd è pronto a tutto»???????«Il Pdl si sta assumendo una responsabilità pesante di fronte ai cittadini». Sulla richiesta di grazia: «La smettano di chiamare in causa Napolitano». E sulla richiesta del centrodestra per una riforma della giustizia, Epifani sottolinea: «Il programma è quello di Letta, il resto non esiste». ??????? Dunque: in ItaGlia se un ex presidente del consiglio utilizza la sua posizione per favorire se stesso, evadere le tasse etc. e viene condannato a 4 anni in via definitiva, puó benissimo  ricattare il governo, insultare la magistratura, chiedere la grazia, minacciare lo stato – in barba ad ogni legge, comprese quelle votare dal PDL. Puó pure sperare di vincere le elezioni – causa idiozia destroide, inettitudine della sinistra (PD), astensionismo, legge elettorale truffa televisioni piene di servi – per poi graziarsi da solo, riformare la giustizia, stracciare la Costituzione (bolscevica) e probabilmente concupire minorenni…Non é forse ora di darci un taglio? Ciliegina sulla torta:...

Ma guarda un pó, qasso é un ladro!...

  Check this video out, with yesterday’s real speech written by Berluscone’s brain (dead). No tags for this...

Lo zio di brooklyn

ve lo ho consigliato mille volte ma nessuno di voi cinofili da quattro soldi ha mai avuto il coraggio di guardarselo… ecco una scena significativa Tags:...

Koza noztra

per 1000 balene!! ho rivisto su adm dj e enema merda, che io possa bruciare all’inferno se dovessi vedere anche un post di gabrieli/tostov… per celebrare il mio ritorno su adm (se non ve li avessi già proposti) ecco a voi i koza noztra, avanguardia musicale contemporanea Tags: Merdageddon,...

nights of the octopuskiller...

Caldi notte d’estate… si potrebbe sfrecciare sull’asfalto in moto ai 600 all’ora, verso il mare, cosí, per prendere un pó di fresco si potrebbero sfrecciare un paio di fresche mutande dopo un bagno di mezzanotte con congestione si potrebbe pestare di botte un autore della Lonely Planet si potrebbe bere una birra in compagnia si potrebbe leggere un bel libro si potrebbe guardare un film No cassso! Da bravi nerdS, si deve giocare on-line a CALL OF DUTY MODERN WARFARE 3. Ricordare le sfide a 56kbs con Quake? (Io no, non avevo neppure un pc ai tempi) Casso: comprate una PS3 usata, comprate il suddetto gioco usato, collegatevi e uccidiamoci/insultiamoci per ore su ore su ore. Un vero ammortizzatore sociale. Il mio nickname é JFKRPG –  questa é una sfid(g)a   No tags for this...

nitro souwer

ditemi voi se non sembra il giovane nitronerd, quando ancora aveva gli addominali (ora è un ciccione repellente): questo è come lo riduco ogni volta che mi ripete la solita storia dell’adventure in cui bla bla bla bla bla… ma quando ve lo portate di nuovo lontano (e lo abbandonate?)   Tags: chic-boxing, NitroDOME, violenza domestica,...

100 anni da boia

Quale giustizia esiste nel nostro paese se Erich Priebke puó festeggiare  100 anni la prossima settimana? Ai domiciliari, magari in un bel ristorante (é giá successo – in Italia) con tutti i suoi amichetti (quale occasione migliore per una retata di topi di fogna?). In Itaglia pure i criminali nazisti se la cavano. Perché rispettiamo ancora la legge? Crediamo forse in una giustizia divina?   No tags for this...

Excuse I

Canta anche tu col grande rasta-bianco “ding-dong-duck!” e “Excuse I!”   Tags: the lonely...

mala gestione, chiacchiere e scuse (pretesti)...

Da “L’Espresso” http://espresso.repubblica.it/dettaglio/abbiamo-buttato-un-miliardo/2211532//1 “I fondi europei destinati a chiese, parchi archeologici e monumenti non sono mai stati spesi. Ecco come l’Italia spreca le occasioni per valorizzare il nostro patrimonio che va in rovina. Da Sibari a Venezia, da Pompei a Tarquinia (…) Dal 2007 a oggi sono stati così messi sul piatto oltre due miliardi di euro per cultura e turismo: una miniera d’oro con cui si potrebbero restaurare migliaia di monumenti, chiese, musei, e renderli visitabili da carovane di turisti di tutto il mondo. Invece lasciamo che gioielli come Pompei si sbriciolino o capolavori come i bronzi di Riace restino praticamente inaccessibili. In sette anni infatti l’Italia è riuscita a spendere solo il 50 per cento di queste risorse (…) Niente da fare, le priorità degli amministratori sono altre” No tags for this...

film che ti turbano

Octopush, ecco i du’ firm di cui ti stavo parlando: REDACTED che richiama questo crimine di guerra realmente accaduto a Mahmudiyah (stupro e omicidio di bambine e familiari) TAXI TO THE DARK SIDE che parla della tortura a morte di Dilawar (innocente tassista ventiduenne) Tags: Exporting Democracy, Ipocrisia, Merdageddon, Movies,...

DETROIT

Affascinati dalle cittá fantasma? Cercate on-line immagini di Chernobyl o di altri insediamenti abbandonati verso il Polo Nord? Volete bene a vostra nonna? Casso, non perdetevi Detroit – passata da 2 milioni a 700 mila abitanti in 50 anni…wooooa (niente menate sulla nostra societá in decadenza, né sul capitalismo che fallisce etc. – ecco, l’ho appena fatto).   Du fotografi franzosi si sono fatti un giretto ed hanno prodotto scatti interessanti: http://www.huffingtonpost.com/kisa-lala/detroit-the-ruins-of-an-e_b_810688.html   Ho letto sul sito della Bocconi (http://www.bocchinipertuttiadiecimilaeuro.com.it) che é il momento di comprare (in genere), tutti a Detroit! Case diroccate per tutti. L’ex casa di Robbbocop é in vendita.     No tags for this...

I feedback-S sono il mio nuovo nemico...

Casso devo sfogare la mia webbosfrustaZione. Compro un libro amazonico uk in “very good condition“, arrivo previsto 9 luglio. Su amazon no foto, “famo a fidasse”. Arriva il libro in “good condition” (la copertina é completamente ingiallita), imballato demmerda il 17 luglio. Dunque lascio un giusto feedback 3 stelle su 5 = “fair” (mica “fai schifo”, “ladro”,  “yankee go home”, “sei il figlio di Berlusconi”).   Ed eccolo, il venditore che mi contatta e caga il casso scrivendomi  che questo feedback non gli rende giustizia e che danneggia il suo bisnis MA CHE CAZZO VUOLE? Dovrei ritrattare perché mi fa pena? Dannati feedback, é sempre cosí: se ne lasci uno ok = HY tutti amichi, se ritieni invece di esser stato parzialmente solato e dai un giudizio critico diventi vittima di stalking. AAARGH. No tags for this...

Giusto e sbagliato: esempio...

Da Il Fatto Quotidiano del 14 luglio 2013 “La sua ultima battaglia è contro un costruttore che vuole “distruggere un’oasi e tagliare i miei alberi” nel suo rifugio di Hudson River Town, due ore a nord di New York. La più recente conquista è la cittadinanza italiana che aspettava da una vita. A 77 anni, l’uomo che ha cambiato la storia della polizia americana rivendica quelle origini che l’hanno reso chi è: “Da bambino le suore storpiavano il mio nome, mi chiamavano Francis e io l’odiavo. Ora non potrà farlo più nessuno. Io sono Francesco Serpico”. E quello sciovinismo che, assieme all’intransigenza, lo definisce, emerge di continuo: mentre ricorda la sua lotta contro la corruzione, la pallottola in faccia e il film in cui Al Pacino lo interpreta, Serpico vola con la memoria a Mirigliano, il suo paese natale in Campania, recita tratti interi della Divina Commedia e canta per una decina di minuti in napoletano stretto. Vuol dire così tanto, per Francesco Serpico, stringere nelle mani il passaporto italiano? Significa tutto: ora sono completo. Rivolevo indietro il mio nome, la mia cultura. Mio padre era un artigiano, cuciva scarpe. E mia madre era un’artista: l’hanno ereditato dalla madre terra. Anche io sono un prodotto del mio Paese. La mia anima è italiana, ed è lì che voglio tornare a vivere. Sa già dove? Mi piacciono le cose semplici. Cerco un posto tranquillo dove camminare, mangiare un’insalata e del pesce in una vecchia trattoria e scrivere le mie memorie. Anche se non riesco mai a cominciare: sono troppo impegnato a vivere la mia vita, non voglio perdere tempo. Eppure è stata l’America a renderla un eroe celebrato in tutto il mondo. Ah sì? Pensi che il museo della polizia di New York si è...

Il lusso non è Cultura...

6 luglio 2013, Il fatto quotidiano – Tomaso Montanari ” Matteo Renzi sequestra Ponte Vecchio e lo trasforma in location per una festa della Ferrari. Ecco il progetto politico del futuro leader della Sinistra italiana: un piccolo gruppo di super-ricchi che si appropria dei beni comuni mentre i buttafuori tengono alla larga i cittadini. Non è un episodio, è la strategia del sindaco commensale di Briatore. L’assessore al Turismo di Renzi, Sara Biagiotti, ha convocato una riunione che inaugura il “percorso di realizzazione di un brand della città, in prospettiva di una politica di sfruttamento commerciale del brand stesso”. Firenze non come comunità civile e politica, né tantomeno come città di cultura, ma come brand, marchio, griffe da sfruttare a fini esplicitamente commerciali. Lo scorso novembre Renzi dichiarò solennemente: “Gli Uffizi sono una macchina da soldi, se li facciamo gestire nel modo giusto”. Ma gli Uffizi sono – per ora – statali, e Renzi si deve accontentare di sfruttare il “suo” Palazzo Vecchio e le piazze della città. Così a gennaio il Salone dei Cinquecento è diventato la location di una sfilata di moda di Ermanno Scervino, lo stilista che veste il sindaco e la moglie. E, in aprile, Piazza Ognissanti e Piazza Pitti sono state chiuse ai fiorentini per la celebrazione del matrimonio bolliwodiano di un magnate indiano. Ma, come sempre, Renzi non si inventa nulla: si limita a estremizzare il modello corrente. Nella stessa Firenze, la Soprintendenza riserva gli Uffizi a Madonna per una visita privata (inclusa la guida della soprintendente Cristina Acidini, in veste di personal shopper ‘culturale’), e poco dopo affitta sempre gli Uffizi allo stilista Stefano Ricci per una sfilata di moda “neocoloniale” aperta da una tribù di Masai, che corrono brandendo scudi e lance di fronte al Laocoonte...

Depressed Planet – ancora? CERTO...

Ieri sera mi son visto lo speciale di Servizio Pubblico suRRoma e su come il suo patrimonio stia andando a rotoli. Ne sapevo qualcosa, e son contento che finalmente  si sia parlato in tv dello stato di decadenza dei  beni culturali della capitale e della loro mala gestione. Ma non son qui per crocifiggere i maroni ai due utenti del forum, bensí per intrattenerli, come spesso accade, con una considerazione – o piuttosto una prova – sulla merdositá della Lonely Planet, guida per mentecatti globalizzati finto-alternativi etc. Ulteriore non necessaria prova, woooa! Difatti ieri a Servizio Pubblico é stato fatto vedere come in Largo di Torre Argentina – area dei famosi templi repubblicani e non solo, salvatasi per miracolo negli anni 30 dall’ennesimo misfatto del fascismo urbanista – sia sorta una clinica abusiva per gatti. E fin qui é scandaloso punto e basta per il nostro paese: una struttura abusiva in piena area archeologica, una latrina per bestie, il tutto con la connivenza del responsabile/burocrate dell’ area (é evidente per forza di cose – vedere anche il suddetto programma di LA7 con dichiarazione del funzionario in questione). Beh, tornarndo alla Lonely merda, durante il servizio televisivo si é visto come dú turisti abbiamo raggiunto il “santuario dei gatti” seguendo la loro guida per capre, fregandosene delle rovine rovinate macchissenefrega. Di certo non mi son comprato la guida di Roma per verificare, ma ben venga la definizione/indicazione dal sito della LP su Torre Argentina CAT SANCTUARY: http://www.lonelyplanet.com/italy/rome/sights/zoologic/torre-argentina-cat “Cats may be as iconic in Rome as the Colosseum, but for many of the capital’s felines, life is anything but purrfect. Hundreds of kittens are abandoned at the city’s volunteer-run Torre Argentina Cat Sanctuary, a common occurrence in a country where neutering pets is hardly in vogue....

Uccidiamo l’universitá pubblica (with a buch of bullshit – con una manica di stronzate)...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/06/29/universita-ocse-sbugiarda-stampa-politica-troppi-costi-studenti-falso/640014/   “Tutta la verità sull’università italiana, ovvero: come ti sbugiardo dieci anni di proclami (e programmi) politici che hanno fatto del luogo comune e dell’analisi falsata il grimaldello per entrare nel sistema dell’istruzione e giustificarne la progressiva demolizione, dalle guerre sante dei berluscones contro la scuola pubblica agli strali dei “professori” chiamati da Monti a tagliare la spesa statale per l’istruzione. “Abbiamo troppi laureati”, no troppi professori, l’università pubblica “costa troppo”, la laurea “non vale nulla”… Tutte clamorosissime “balle”, e lo certifica l’Ocse che ha appena diffuso l’edizione 2013 del suo Rapporto sullo stato dell’istruzione a livello mondiale” No tags for this...

Boccia: economista e politico itaGliano...

“Non si tratta di fare guerre, con gli elicotteri si spengono gli incendi, trasportano malati, salvano vite umane. #F35” Boccia in un tweet,  presidente PD della V Commissione Bilancio, Tesoro e Programmazione della Camera dei Deputati. Wooooooa (senza punti esclamativi). Ed oggi – dopo le giuste prese per il culo – non molla: “Lui, l’uomo che per conto del presidente del consiglio di fatto gestisce e gestirà nomine e rapporti con gli enti pubblici (Finmeccanica, Eni, Enel eccetera), ha continuato implacabile a insistere: prima nello spiegare di essere stato frainteso («non ho mai pensato corbellerie del genere»), poi nel chiarire le proprie competenze in materia di «programmi di aerospazio italiani», quindi nel cancellare i tweet oggetto dello scherno, infine nel dichiarare che la colpa in fondo non era sua, ma del suo stagista-aiutante o insomma del tipo che scrive i tweet per suo conto. L’ultimo chiarimento, in un’intervista: “E’ stato un errore di battitura“.” http://espresso.repubblica.it/dettaglio/boccia-linciucista-da-ridere/2209851 No tags for this...

Ermete l’ ambientalista (la solita storia itaGliana)...

CHI É ? COSA FA ? E soprattutto, perché deve interessare? PRESIDENTE DI LEGAMBIENTE DAL 1987 AL 2003. 2001: DEPUTATO ULIVO 2006: IDEM (come il ministro che dovrebbe dimettersi, vedi http://www.corriere.it/politica/13_giugno_19/imu-idem-tasse-non-pagate_2a7a66be-d8c9-11e2-8ffc-5f2d0b7e19c1.shtml) Attualmente è membro della direzione del Partito Democratico e Responsabile Green economy del PD (“Green economy”…) Appartiene alla corrente degli “Ecologisti democratici” (?? non sapevo neppure esistessero – ci sono degli ecologisti fascisti? in Itaglia tutto é possibile pure “La Giovane Italia” del PDL – notizia desunta da wikimerda, in questo caso attendibile poiché,  é evidente, la pagina che lo riguarda di questa “enciclopedia” é curata dai suoi). Sceso di rencente alla ribalta per una ribalda legge AFFATTO AMBIENTALISTA messa giú assieme a quel cane di Lupi di CL/PDL (wooa, splendidi giuochi di parole). In breve, questo esemplare di ecologista democratico vorrebbe prendere per il culo la cittadinanza – con una legge che ha forse creduto nessuno si sarebbe preso la briga di leggere, e, con la scusa della tutela del suolo, gettare altro cemento sul suolo italiano. “(AGENPARL) – Roma, 19 giugno – La presentazione della proposta di legge Realacci “Norme per il contenimento dell’uso di suolo e la rigenerazione urbana”, ha dato il via ad un acceso dibattito nel mondo ambientalista, culminato con l’incontro “Consumo di suolo, ad un passo dal baratro” tenuto a Roma il 18 giugno. Infatti, la proposta Realacci ha suscitato fortissime critiche, anche per la contraddizione tra il titolo della legge (che manifesta la volontà di tutela) e il contenuto dell’articolato (che va nella direzione opposta). Lo stesso Salvatore Settis [un uomo che sa quello che dice e quello di cui si parla], in un suo articolo, aveva commentato: “Bel titolo: peccato che il testo abbia invece l’aspetto di un patto scellerato fra guardie e ladri di...

Pagina 3 di 812345...Ultima »