Expired Update

Hell no, scrivo un aggiornamento di merda perchè ho principalmente fatto acquisti : -ho cambiato maghinetta fotto-grafica,passando da una pontiaX K20 ad una K5 (ne farò la recensione casso, test completo, cavity search included) -ho comprato la bicicletta: e qui ci sta un wooooa. Da assemblare mi è arrivata oggi (si, si tratta di pezzi di ferro saldati made in PRC – che in UE fa più fico di China – ma non è male, all black) e non avendo chiavi e bulloni dapprima ho cercato un dannato ferramenta (non trovato, incredibile) e con le gomme a terra non ho testato il mezzo che promette faville (i miei denti sull’asfalto quando perderò le viti per strada) -casso ho finito di vedere THE SHIELD, e devo dire che il nerdo aveva ragione e, nonostante 7 stagioni, ha tenuto botta sul serio (seppure il limite tra bene e male sia ben distinguibile sul finire, non mascherato come era daprincipio). Ma ‘sticazzi in fondo, è una serie di tre anni fa.. –Sono on-lain poichè mi sono comprato un modem-usb; va piuttosto bene: impossibile avere una adsl a prezzi ragionevoli in OZ -Sono un nerd Tags: Australia, Foto, Life...

Centro Ass-ia

Anche qui fervono preparativi e, come sapete piccoli zompetti miei, lunedi partiro’ per il Centro Ass-ia (rilancio con deserto sul deserto). Ma, al contrario di tutte le altre Adventure o viaggi sine nitronorris, non solo avro’ il mio zsaino di merd ed il mio trolley del cass ma pure uno scatolon 50x50x40 cm del peso di 20 kg, un’altra scatol piu’ minuta da 7 kg e du casso di cilindri pieni di mer al peso netto di 15 kg l’uno….wooooa, l’equipaggiamento che mi e’ stato accollato e che mi varra’ una medaglia (e cambiando compagnia aerea a Koala-Lumpur dovro’ disimbarcare tutto e reimbarcare; ed ancora una seconda volta a Tascant per Nukes e da Duke Nukes fino all’impronunciabile meta finale via mezzi terrestri…il tutto con 40 gradi) Pesi stimati ovviamente a culo, vi faro’ avere il netto una volta rientrato (un giorno di ottobre). Il tutto e’ stato imballato professionalmente con carta bolle, carta da pacchi e corda ed abbondante uso di scotch per dimenticare la frenesia. Si, lo so, dovrei scrivere un post apposito, ma ho pure la frenesia anti pubblicitaria (non esiste, e’ indefinibile) Del mio equipaggiamento, caro nitronerd, menziono soltanto: anfibi da deserto yankee, super anti carro, anti caldo, anti sdrucciolo, da lavoro con punta di ferro e sola corazzata (perdero’ l’uso dei piedi dopo le prime tre giornate di marcia). Perche’ noi valiamo. We care! Tags: Australia, Life Abroad,...

Ishit (on Apple)

Dopo il mio IPOD = SHIT, vi presento: due immagini da due differenti postazioni MAC, direttamente  dall’uni, bunker di nerda: forse non rendono bene l’idea (chiedo venia per la qualità delle foto ma non avendo a portata di mano una Icamera – qasso ancora non esiste! mi sono bruciato l’idea! ) ma i due macchi sono impallati, o bestemmia e sacrilegio dell’unico pc compatibile fico al mondo!! Yes , multitask una sega…ovviamente si può contestare che i pc in causa, utilizzati da molteplici mani esperte nel fare casini informatici della facoltà di “Arte” , non sono per l’appunto  colpevoli. Ma si potrebbe anche dedurre che in sostanza ,come windows, non reggono l’utilizzo dell ‘utente medio (Word per lo più .. ma non era un programma Microsoft?). E quest’oggi leggo su il cagoso sito pubblicitario della “rEpubblica”: Alcuni fortunati clienti Apple stanno ricevendo in queste ore una gradita sorpresa: la risposta alle loro e-mail nelle quali chiedono informazioni sul nuovo dispositivo iPad arrivano direttamente da Steve Jobs, il fondatore dell’azienda della mela. Si tratta per la maggior parte di repliche laconiche (“Yes”, “No”, Yep”). Ciò nonostante, i devoti di Apple le conservano e le esibiscono come reliquie. Secondo gli osservatori è di un’abile mossa di marketing con la quale Jobs sta sostenendo il nuovo prodotto Ovvero io , cliente pecora,  spendo migliaia di dolla credendo in un prodotto “status symbol” , pure  cagoso ed inutile come IPAD e lo stronzo spocchioso multimilionario  (un venditore di fumo, cfr.  capo di setta religiosa) risponde “yep” e ne sono addirittura   entusiasta!! Merda ma il servizio clienti dove è ? Che me ne faccio di uno “yep” seppure di Buddha in persona? Questa è in definitiva l’attitudine del cliente MAC: seguire uno stronzo, comprare l’ultima novità del qasso...

Mega Ratto Indonesiano...

L’hai voluto te Nerdo! Ogni riferimento a persone e/o fatti è puramente inusuale  (altrimenti i suoi amici politicamente scorretti -sullo sfondo, in una simpatica foto di gruppo-  mi si fanno seppure ora siano deceduti  o vecchiacci o zombie) Tags: Australia, Life Abroad,...

AIDSL infine!

Infine anche qui siamo tornati di comune accordo, mano nella mano, online nel fottutto FFF o WWW…già il trippone locale (il mio coinquilino ventenne) super organizzatore della cosa,  ha reguardito tutti dallo scaricare a palla con un volantino ben fatto: nessuno lo ascolterà ovviamente e tra una settimana sarà 56 kbs come alla metà degli anni ’90. Tags: Australia, Life...

REFUSE RESIST

Torno sul forum per due boiate di tre minuti. 1- qasso non ho ancora una linea aidsl ma presto l’avro’: la cosa e’ fatta e tutti i mentecatti di Arundel XXIV sono ora d’accordo: due settimane 2-i nuovi coinquilini meritano piu’ spazio e prometto descrizioni a culo e piene di falsita’ spregevoli sul loro conto (se non invento c’e’ poco da dire) 3- si, dovevano essere due cose ma mi piace scrivere che leggo i giornali itaGliani e la situazione mi pare veramente interessante: la mafia governa il paese 4- i giornali italiani non ne parlano – troppo impegnati a capire cosa succede in patria o a caldeggiare l’abbattimento del buon lavoro fatto da persone degne dopo la guerra – ma in Grecia sta succedendo un casino. Woooa, dovremmo imparare come si protesta e non inscenare carnevalate, stronzate da circo etc… Tags: Australia, Life Abroad,...

underbelly ostrelia

dato l’enorme successo del mio precedente articolo, e del mio prece-precedente, ho deciso di continuare in grande stile la tradissione pubblicizzando la mia nuova serie televisiva preferita. brutale. AUSTRALIANA. ebbene sì octopush, se ti piace THE SHIELD dai un occhio a UNDERBELLY. altro che i fichetti impomatati di CSI. ora devo vedere come si sviluppa e se caga fuori, ma per il momento regge. Tags: Australia,...

SOMALI PIRATES

Somali pirates: they will fuck you up and steal your cookies. Questo post non vuol dire un qasso. L’ho messo semplicemente perchè mi piacevano foto e frase a effetto. In Australia ho scritto la tesi di Gestione di Crisi (ne ho fatto una seconda in Responsabilità Sociale di Impresa) su un argomento simile, la gestione dei gruppi ribelli da parte della Shell Nigeria nel Delta del fiume Niger. Il mio obiettivo era dimostrare come un approccio manageriale responsabile risponda ad esigenze più razionali ed economiche. Ovviamente avevo tutti i professori contro, mentre qualche attivista invasato faceva il tifo per me (non capendo che col suo atteggiamento comprometteva la mia credibilità). Ad ogni modo dati alla mano ho cercato di dimostrare come le spese sostenute dalla Shell Nigeria per: finanziare gruppi mercenari, corrompere governi locali, “importare” manodopera specializzata dall’estero pagare i riscatti/riparare le infrastrutture soggette ad azioni di sabotaggio gestire le cause legali contro le popolazioni locali e i gruppi di difesa dei diritti umani ad alta visibilità mediatica non solo avrebbero mancato il ritorno sull’investimento (ROI), ma sarebbero state fonte di perdita. Sono stato ovviamente promosso con merito (eccheqass, sono sempre un dannato genio alternativo), ma il relatore mi ha liquidato con un bruciante “son belle parole ma il mondo reale funziona diversamente”. Da qualche mese si sono inaspriti gli scontri con i gruppi armati nigeriani e la Shell è stata condannata a multe milionarie per la partecipazione all’impiccagione di alcuni oppositori politici (fra cui ken saro wiwa). Si tratta di un evento senza precedenti nella storia delle multinazionali, che apre la strada a parecchie nuove cause in grado di arrecare grosse perdite alle aziende “criminali”. Qasso, pur volendolo fare, per pigrizia non ho ancora cercato l’email del mio relatore australiano per spedirgli du’...

backpakers’ galera tour...

Forse avevo anticipitato ai piccoli zombetti di Admageddon la presenza di una cella in casa mia, al XXIV di Arundel…ebbene esiste davvero e potrei organizzare dei galera tour (tipo ghost tour o pub tour cari agli yankee) per backpakers curiosi, seviziarli e creare gingilli con i loro resti decorandovi anche la cella, un po’ alla frate cappuccino, un po’ alla psicopatico del qasso. Non so bene quanti metri quadri calpestabili ci siano per la bellezza di un centinaio di eurodolla la settimana, ma di sicuro manca il condizionatore, il ventilatore e la finestra si apre su di un grazioso corridoio interno ricoperto di aeternit che scalda come un crematorio alla luce del tramonto. Non ci sono ovviamente armadi ma una spaziosa scrivania permette di stipare tutto cio’ di cui puo’ necessitare uno studente, magari internazionale, per i suoi meschini bisogni. I passanti con la vescica piena godono nel buttare un occhio in galera mentre passano per andare a pisciare:dimenticavo infatti di dire che la galera confina con i cessi del piano terra… potrei anche metterci, con l’ausilio del doc.blec una hostess armata di rasoio. Ma no, ci pensera’ la manager burocrate a posteggiarci un prigioniero. Nitronerd la tua stanza era lusso in confronto, e parlo di quella sulla Nomentana nel 1898. Tags: Australia, Life...